Criteri per l’assegnazione del personale docente alle classi

Comunicazione al Collegio Docenti del 29/06/2021 punto 8 O.d.G.                

       

MODALITÀ DI UTILIZZAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO

DELL’OFFERTA FORMATIVA E AL PIANO DELLE ATTIVITÀ

 

 Criteri per l’assegnazione del personale docente ai plessi

1. Il Dirigente scolastico in conformità al Piano dell’Offerta Formativa, valutate le eventuali richieste degli interessati, assegna i docenti ai plessi:considerando prioritariamente la realizzazione del Curricolo e delle attività previste dal Piano dell’Offerta Formativa, nel rispetto del diritto degli alunni a vedersi garantita la continuità didattica;

  1. assicurando un’equa ripartizione delle risorse professionali tra i diversi plessi, in modo da garantire un livello di servizio equivalente in tutte le sedi;
  2. valorizzando le competenze professionali riconosciute e/o opportunamente documentate;
  3. tenendo possibilmente conto delle attitudini e delle esigenze personali se compatibili con le esigenze di servizio.

 2. Il Dirigente scolastico terrà inoltre presenti i seguenti elementi:

  1. continuità didattica nella classe (la continuità termina alla fine della classe quinta per quanto riguarda la scuola primaria); tuttavia la continuità di servizio non costituisce elemento ostativo a una diversa assegnazione nel caso in cui siano insorti problemi di carattere organizzativo o di incompatibilità relazionale con colleghi e/o genitori;
  2. continuità nell’attuale sede, quando essa sia garanzia di qualità del servizio. Tuttavia la continuità di servizio nel plesso non costituisce elemento ostativo a una diversa assegnazione nel caso in cui siano insorti problemi di carattere organizzativo o di incompatibilità relazionale con colleghi e/o genitori;
  3. competenze professionali e disponibilità a esperienze di tempo scuola diverse (esempio Tempo pieno) e/o legati a progetti specifici;
  4. particolari richieste individuali per esigenze personali o di famiglia documentabili.

3. La richiesta volontaria di assegnazione ad altro plesso va presentata entro il 30 giugno e sarà presa in considerazione dal Dirigente Scolastico sulla base dei criteri suesposti. In caso di richieste concorrenti, l’eventuale assegnazione sarà disposta con riferimento alle competenze professionali valutate dal Dirigente scolastico e tenendo conto dell’esperienza e della situazione individuale di ciascuno, in rapporto al contesto ambientale dei vari plessi ove esistano posti liberi.

 

                                                                 Il Dirigente Scolastico Anna Milena Ricchiuto

                                                       Firma autografa sostituita a mezzo stampa,  ai sensi dell’art. 3, comma 2, del D.Lgs. 39/93

Ultima modifica il 03-10-2021